Lento ritorno alla normalità per Livorno mentre oggi verranno celebrati i funerali della famiglia Ramacciotti

LIVORNO – “Rivolgo il mio pensiero ed esprimo la mia spirituale vicinanza a quanti soffrono a causa dell’ alluvione che ha colpito il territorio di Livorno. Preghiamo per i morti, i feriti, per i rispettivi familiari e per quanti sono nella prova”. Anche Papa Francesco ha espresso con queste parole vicinanza alle famiglie delle vittime del nubifragio di Livorno così come aveva fatto durante il volo di ritorno dalla Colombia, lunedì scorso.

Previsti per oggi e domani i funerali delle 7 vittime tenuti in forma strettamente privata nelle chiese della città mentre continuano senza sosta le operazioni di soccorso dei volontari e delle squadre dei vigili del fuoco. La camera ardente per la famiglia Ramacciotti, rimasta uccisa in viale Nazario Sauro e divenuta il simbolo di questa tragedia, è stata allestita questa mattina alle 9 nel Duomo e in molti hanno voluto omaggiare i feretri di Roberto, Simone, Glenda e del piccolo Filippo posizionati di fronte all’altare. La camera ardente resterà aperta fino al pomeriggio quando alle 16 si terrà la cerimonia funebre celebrata dal vescovo di Livorno, monsignor Simone Giusti.

“È giunto il momento di fare chiarezza su quanto accaduto la notte del nubifragio. Ieri sera abbiamo chiesto agli uffici di produrre un report sulle comunicazioni intercorse tra la protezione civile comunale e tutti gli organismi tecnici della Regione. Voglio capire chi ha saputo cosa, quando e con quali modalità. Solo a quel punto potremo fare le valutazioni opportune”. Così il sindaco di Livorno Filippo Nogarin in merito alle dichiarazioni, pubblicate oggi dal Tirreno, di Enzo Di Carlo, tecnico del Centro funzionale di monitoraggio della Regione Toscana. Di Carlo spiega al quotidiano che fin dalle 21.39 di sabato Comune di Livorno e protezione civile comunale furono informati dalla Regione della presenza di “un forte sistema temporalesco” e che alle 23.08 fu emesso un altro monitoraggio, seguito ogni due ore da aggiornamenti, “confermando che la costa livornese sarebbe stata interessata da fenomeni di intensità superiore ai 40-50 mm l’ora e addirittura 70-80 nella seconda parte della notte”.

Precedente Castiglion Fiorentino: Il Teatro Comunale Mario Spina apre il sipario sulla stagione teatrale 2017-18 Successivo Naturalmente Reggello: venerdì serata video, domenica Naturarte e "Ali fra le balze"