Cerimonia in Onore a Pierluigi e Matteo barbaramente uccisi a Trieste durante l’espletamento del servizio.

FIRENZE – Stamani alle ore 11.40 in concomitanza dei funerali solenni in Onore dell’Agente Scelto Pierlugi Rotta e dell’Agente Matteo Demenego a Trieste, i componenti della Segreteria Provinciale SAP hanno depositato alla presenza del Questore, dei Dirigenti della Polizia di Stato fiorentina e di tantissimi poliziotte e poliziotti una corona alla lapide in Onore ai Caduti della Polizia di Stato dentro la Questura di Firenze. La commemorazione è stata aperta dal Segretario provinciale Massimo Bartoccini: “Quando un essere umano lavora per difendere la vita degli altri fino al punto di perdere la propria, capisci il valore immenso di indossare “la divisa”, di chi non fa mai il primo passo per offendere, di chi resiste all’ infinito per amore della patria. Davanti alla morte ci dobbiamo fermare e riflettere. Onori a Pierluigi e Matteo e a tutti nostri Angeli della Sicurezza”.
Il momento di preghiera e di riflessione è stato ufficializzato dal cappellano della Polizia di Stato Don Luigi Innocenti. Assai commovente è stato per i presenti e per tutti i poliziotti in servizio dentro il Palazzo Bonifazio, ascoltare “il silenzio fuori ordinanza” che ha trasportato il pensiero con Trieste e tutta la grande famiglia della Polizia di Stato oggi così addolorata.
Questo momento, conclude Bartoccini, per noi del SAP è un obbligo morale ed un dovere con i nostri iscritti, noi che della memoria ai nostri caduti ogni anno dedichiamo un mese intero, con manifestazioni e attività al fine di tenere vivo il ricordo le vittime del dovere, mai nessuno deve essere dimenticato.
La conclusione della cerimonia è stata fatta da Nicola Luconi, Segretario Aggiunto SAP, con la lettura della preghiera del poliziotto dedicata a San Michele Arcangelo patrono della Polizia di Stato.

Firenze lì 16 ottobre 2019.

Precedente Autostrada Diabete: “Dall’innovazione tecnologica, necessari nuovi modelli di assistenza” Successivo Giornata Mondiale della Poliomelite