Giornata Mondiale dei Raggi X

FIRENZE – L’ 8 novembre è la Giornata Mondiale dei Raggi X. Essi vengono chiamati anche raggi Rontgen, per il fisico (Wilhelm Rontgen) che li ha scoperti, e in medicina sono comunemente usati per le radiografie. L’utilizzo di raggi X per fini medici iniziò per mano di John Haal-Edwards. La scoperta dei raggi X avvenne per caso, tanto che lo stesso nome stava ad indicare “raggi sconosciuti”. La radiografia (RX) avviene proprio tramite l’interazione dei fotoni (raggi X) e la materia interposta, un corpo biologico. Gli atomi fra sorgente e recettore fanno in modo che i fotoni producano l’immagine fedele del corpo “in negativo”.

Precedente Marco Gervasoni presenta il suo nuovo libro Successivo Il biglietto dell’autobus? Si fa con l’orologio

Lascia un commento