Grand tour. L’anima dei luoghi nei progetti dello Studio Peregalli

FIRENZE – L’unione tra nostalgia per il passato e curiosità per il presente: così potrebbe definirsi la filosofia sottesa ai lavori dello Studio Peregalli. I progetti di Laura Sartori Rimini e Roberto Peregalli sono il risultato di un’attenta analisi storica e di un’alta qualità artigianale, che permettono loro di fondersi armoniosamente con i luoghi in cui sorgono. Grand Tour è un compendio visivo che raccoglie le immagini di ambienti ogni volta diversi, a seconda del contesto in cui sono inseriti, impreziositi dagli splendidi dettagli creati appositamente dai loro artigiani. Ogni progetto presentato qui costituisce un perfetto esempio dell’arte e della magia dello Studio Peregalli. Se il loro primo libro, “L’invenzione del passato”, può essere considerato una sorta di dizionario del loro linguaggio creativo, “Grand Tour” è un vero e proprio viaggio che immortala dieci progetti da loro realizzati nel mondo: Milano, Capri, Parigi, Londra, Monaco, Saint Moritz, Gibilterra, Tangeri, Tel Aviv e New York. Questi lavori mostrano l’importanza che i luoghi, con la loro conformazione geografica, la loro architettura, il loro passato, hanno nell’ideazione e nell’esecuzione di ogni progetto. Con una conversazione tra Rachel Feinstein, John Currin e Hamish Bowles.

Precedente Gli aperitivi con l'ORT: a febbraio tornano i concerti della domenica mattina Successivo Vino in Toscana: in visita l'Assessore Stefano Ciuoffo

Lascia un commento

*