Il biglietto dell’autobus? Si fa con l’orologio

FIRENZE – AEP guarda con attenzione ai nuovi dispositivi per il pagamento cashless

Dopo il lancio del pagamento a bordo con il sistema contactless, l’azienda fiorentina AEP Ticketing Solutions Srl guarda con attenzione ai nuovi dispositivi per pagare il biglietto dell’autobus cashless. Ogni carta bancaria può infatti essere digitalizzata e le ultime novità che vanno in questa direzione sono state presentate nei giorni scorsi durante il Salone dei Pagamenti di Milano. Tra queste, i nuovissimi anelli o gli orologi abilitati al pagamento, già operativi e pronti per essere usati sui dispositivi dell’azienda fiorentina AEP Ticketing Solutions Srl. 

«Il nostro dispositivo che sposa il sistema “cashless” permette di salire a bordo dei mezzi di trasporto pubblico senza doversi preoccupare di avere acquistato in precedenza un biglietto o di avere del contante per poterlo fare – spiega Giovanni Becattini, amministratore delegato di AEP Ticketing Solutions -. Fino a ieri bastava avvicinare alla nostra macchinetta la propria carta di credito contactelss. Dopo le novità presentate al Salone dei Pagamenti di Milano può bastare anche solo avvicinare il dito che indossa l’anello abilitato al pagamento contactless o il polso con lo smartwatch, senza bisogno di digitare codici per i pagamenti. Il tutto con sempre maggiore semplicità operativa».

AEP Ticketing Solutions Srl, azienda con sede a Signa (Fi), è specializzata nella realizzazione di sistemi di bigliettazione elettronica in Italia e all’estero, in particolar modo in Francia. AEP è un’impresa pioniera nella realizzazione di sistemi “Cashless” a bordo dei mezzi, avendo ormai oltre 10 sistemi installati e funzionanti fra Italia e Francia. 

Le soluzioni AEP non si limitano ai sistemi “Cashless” ma includono tutte le tipologie oggi all’avanguardia (carte e biglietti contactless, biglietti con QR code, biglietti dematerializzati su smart phones, sistemi “Card centric” e “Account based”) offrendo al contempo funzionalità gestionali che permettono agli operatori TPL una maggiore efficacia operativa. AEP occupa oltre 100 tecnici specializzati, suddivisi nelle due sedi di Signa (Fi) e Genova.

Oltre a Busitalia (per Firenze e per l’Umbria), i sistemi più importanti che utilizzano tecnologia di AEP sono quelli di ATM Milano, GTT Torino, Tiemme nella Toscana sud, CTT nella Toscana nord, la Regione Slesia in Polonia, la capitale del Kazakhstan (Astana), i sistemi delle ferrovie egiziane e algerine oltre a quasi 20 sistemi di bigliettazione presso aziende TPL in Francia. 

Precedente Giornata Mondiale dei Raggi X Successivo 21 novembre OPEN DAY trapianto capelli al FLORENCE MEDICAL CENTER

Lascia un commento