L’altra faccia della divisa

FIRENZE – Si svolgerà presso il Teatro di Cestello in Piazza di Cestello n. 4 a Firenze il convegno organizzato dalla segreteria Provinciale del SAP e dal titolo “L’altra Faccia della Divisa”. Si tratterà un tema di grandissima attualità oltre che molto importante per ogni singolo operatore di Polizia: si parlerà di stress, distress ed il necessario supporto psicologico per gli operatori della Polizia di Stato.

E tra i vari problemi, tanto per gli uomini come per le donne in divisa, c’è una sempre maggiore difficoltà nel superare i momenti di stress a seguito di ritmi di lavoro e famigliari difficilmente conciliabili. E purtroppo aumentano anche i casi estremi di gesti sempre più gravi tra le fila della Polizia di Stato. E il 2019 è oramai da considerare un anno nero per la Polizia per l’alto e sempre crescente numero di suicidi che si sono purtroppo annoverati: ben oltre 40 casi accertati.

L’ultimo pochi giorni fa a Milano, con un poliziotto di 53 anni che prestava servizio presso la Polizia Stradale del capoluogo lombardo che si è tolto la vita in caserma. Svariate le concause che si accertano man mano, resta il dato di un fenomeno in terribile crescita con numeri che diventano sempre più preoccupanti. La Polizia di Stato cerca con ogni mezzo di rimanere vicino e tentare di capire i motivi dei molti disagi, attraverso soprattutto il settore medico che con psicologi e psichiatri svolge un lavoro certosino cercando di occuparsi di quanti più casi possibili.

Il convegno arriva a suggellare l’attività di una segreteria, quella provinciale di Firenze del SAP, diretta dallo scorso giugno dal nuovo segretario Massimo Bartoccini: “Non appena eletto mi sono subito attivato attraverso tutta una serie di incontri – spiega lo stesso Bartoccini – per tentare di capire innanzitutto come il Sindacato potesse identificare le principali problematiche di ogni singolo collega e purtroppo devo dire che esistono criticità a livello di gestione dello stress, distress e nel tentare di intervenire prima che sia troppo tardi. E di questo vogliamo parlare nell’incontro di mercoledì che vedrà l’intervento di personalità del mondo medico e della Polizia di Stato, oltre a rappresentanti dell’Associazione CerchioBlu che studia da vicino tali fenomeni”.

E interverranno al convegno il Direttore Centrale di Sanità della Polizia di Stato, Dott. Cipriano Fabrizio, la Dott. Anna Valle psicologa e Dirigente SAP nonché membro del Tavolo della Prevenzione e Gestione del Disagio della Polizia di Stato, il Presidente dell’Associazione CerchioBlu Dott. Graziano Lori accompagnato dalla psicologa Stefania Bartoli ed il Segretario Generale del SAP, Stefano Paoloni: “Essere vicino all’attività delle varie segreterie SAP che in tutta Italia si adoperano per una migliore realtà lavorativa per ogni singolo operatore di Polizia – spiega il Segretario Generale del Sap, Paoloni – è un mio onore oltre che onere. Ci sono tantissimi colleghi che vivono letteralmente per studiare come può lavorare meglio ognuno di noi. Oppure come affrontare meglio i tanti momenti difficili che ogni uomo e donna della Polizia di Stato e chiamato ad affrontare. Per non essere lasciati soprattutto soli. E in tal senso il dato dei suicidi è davvero preoccupante”.

Precedente La sperimentazione 5G in Toscana Successivo Entro il 2022 quasi il 90% delle auto avrà un sistema infotainment